López fa esplodere Mas per l’uscita controversa dalla Movistar

Il colombiano Miguel Angel López è rientrato nella controversia che lo ha visto abbandonare sia la Vuelta a España 2021 che il Team Movistar, criticando apertamente il suo ex compagno di squadra, Enric Mas.

Mas e López erano co-leader per Movistar alla Vuelta a España. E con López che ha vinto la tappa di montagna più dura della corsa nelle Asturie e Mas chiaramente stabilito come il rivale più persistente del vincitore assoluto Primož Roglič (Abbigliamento Ciclismo Jumbo-Visma), i due sembravano destinati a finire secondo e terzo assoluto.

Tuttavia, l’ultimo sabato della gara, López ha bruscamente abbandonato dopo essere rimasto indietro a metà della tappa. Non ha riguadagnato il contatto con un gruppo di favoriti in testa che conteneva anche Mas.

Dopo la sua uscita estremamente controversa, López si è prima scusato per le sue azioni con i suoi fan e la sua squadra, e poi lui e Movistar hanno deciso di rescindere il suo contratto recentemente esteso in modo da poter lasciare la squadra il 1 ottobre.

Tuttavia, due mesi dopo, l’ex podio della Vuelta e del Giro d’Italia ha mosso alcune forti critiche al suo ex compagno di squadra Enric Mas per quanto riguarda la leadership nella squadra.

«L’atmosfera in Movistar era sempre molto tesa», ha detto López alla stazione televisiva colombiana RCN nel loro programma «Chupando Rueda». «Ogni volta che ero in vantaggio, Enric cercava sempre un modo per muoversi davanti a me, [quindi] i nostri ruoli non erano chiari.

«Ho lavorato nel Delfinato per [il co-leader Movistar Alejandro] Valverde, ma poi nei Grandi Giri i nostri ruoli non erano chiari».

López ha detto che quando è rimasto indietro a metà della tappa 20 in seguito agli attacchi di Adam Yates ed Egan Bernal (Abbigliamento Ciclismo Ineos Grenadiers), con Mas e Roglič al seguito, piuttosto che essere caduto ha rinunciato alla sua ricerca dei corridori davanti.

“Ho smesso di lavorare perché Mas me l’ha chiesto. Quando stavo perdendo circa 40-50 secondi, [il team manager] Eusebio Unzué” – che quel giorno era nell’auto della squadra subito dopo Lopez – “mi ha detto che era una situazione davvero dura, ma di smettere di lavorare perché non avrei raggiunto i ragazzi avanti. Questo mi ha fatto incazzare molto e così sono sceso dalla mia moto”.

López ha affermato che dopo la tappa 20 ha avuto un’altra discussione con Mas, sostenendo che il pilota spagnolo ha chiesto di nuovo a López il motivo per cui aveva inseguito dietro quando lui, Mas, era in salvo e davanti.

«Enric è una persona egoista, non voglio più condividere le gare con lui», ha detto López a RCN.

Tuttavia, al momento del suo abbandono, López ha descritto la sua uscita dalla Vuelta come un «errore», aggiungendo «le critiche [che sto ricevendo] sono per non andare avanti [nella gara] ma siamo esseri umani».

Anche sua moglie, Nathalia Acevedo, ha aggiunto su Instagram all’epoca: «è facile parlare quando non si sa quale fosse la situazione».

Dylan Groenewegen lascia Jumbo-Visma per il Team BikeExchange

Dylan Groenewegen si è trasferito da Abbigliamento Ciclismo Jumbo-Visma al Abbigliamento Ciclismo BikeExchange per la stagione 2022.

L’olandese aveva già un contratto di due anni con Jumbo-Visma ma parte per il team australiano WorldTour per aumentare le sue possibilità di correre nelle gare più importanti, come il Tour de France.

La notizia del suo trasferimento da Jumbo-Visma è stata annunciata sabato mattina.

«Il desiderio di Dylan di partecipare alle gare più importanti è molto comprensibile», ha affermato il capo della Jumbo-Visma Richard Plugge.

«Abbiamo sempre avuto un ottimo rapporto. Per questo abbiamo deciso di collaborare con il suo desiderio di trasferimento. D’altra parte è un peccato perché Dylan è un grande pilota e un grande uomo. Spero vivamente che abbia successo di nuovo sul podio più alto”.

Groenewegen ha trascorso gli ultimi sei anni con Jumbo-Visma e ha vinto quattro tappe del Tour de France tra il 2017 e il 2019. Tuttavia, il suo ruolo nel Grand Tour è stato limitato negli ultimi due anni con l’emergere di Primoz Roglic e Wout van Aert. Quest’anno Groenewegen ha corso il Giro d’Italia e nonostante non abbia vinto una tappa è ancora considerato uno dei velocisti più veloci al mondo.

«Il Team Jumbo-Visma è forse la migliore squadra al mondo in questo momento. L’unico motivo per cui me ne vado è la prospettiva sportiva», afferma il pilota 28enne.

«Potrei perdere gli olandesi intorno a me e la mentalità olandese, ma questa opportunità era troppo buona per lasciarsela sfuggire. Sono contento che ne siamo usciti rapidamente con entrambe le squadre. Lo abbiamo fatto in modo positivo e amichevole», ha detto Groenewegen.

Il Team BikeExchange ha avuto un anno povero per i loro standard nel 2021. Michael Matthews, che è tornato dalla squadra dal Team Sunweb, è andato vicino più volte ma non è riuscito a vincere una gara, mentre Kaden Groves si sta ancora sviluppando come velocista. L’arrivo di Groenewegen al team australiano migliora seriamente le loro capacità di sprint.

In sostanza, l’accordo funziona per tutte le parti interessate e dà a Groenewegen un cambiamento di ambiente dopo un periodo difficile derivante dalla squalifica ricevuta dopo aver innescato una caduta al Tour de Pologne che ha lasciato Fabio Jakobsen con ferite mortali nel 2020 .

Groenewegen ha iniziato la sua stagione 2021 solo a maggio e ha ottenuto tre vittorie in un anno in cui ha corso per lo più a un livello inferiore al WorldTour.

L’arrivo di Groenewegen al Team BikeExchange è un grande colpo per il team australiano. Fornirà loro uno dei migliori velocisti del WorldTour e toglierà la pressione a Matthews e Groves nel corso della prossima stagione.

Groenewegen in genere non si basa nemmeno su un enorme treno di punta e si adatterebbe sia al Grand Tour della squadra che ai piani di un giorno.

«Non ci sono state esitazioni quando si è presentata questa opportunità, avere Dylan che si è unito al Team BikeExchange-Jayco è qualcosa che porta grande entusiasmo alla squadra, un pilota davvero di classe che completa il nostro elenco 2022 in modo perfetto. Vorrei ringraziare Richard Plugge e il Team Jumbo-Visma per aver reso il trasferimento un processo facile per tutte le parti. È stato un processo costruttivo per tutte le persone coinvolte», ha affermato il manager del Team BikeExchange Brent Copeland.

«Dylan non ha bisogno di molte presentazioni, tutti nel gruppo lo conoscono e il potenziale che ha come velocista, oltre che come un grande giocatore di squadra, e certamente crediamo che si adatterà perfettamente alla nostra squadra. Il nostro proprietario della squadra, Gerry Ryan, ha creato e sostenuto, sin dall’inizio della trattativa, la strada giusta da seguire per assicurare un pilota così grande per il futuro della nostra squadra.Il nostro staff di performance, insieme al nostro Head Sport Director Matthew White, è già al lavoro per garantire a Dylan il pieno supporto che merita per esibirsi al meglio delle sue capacità, nonché per adattarsi all’ambiente della squadra».

Annuncio pubblicitario
Groenewegen ha continuato descrivendo la mossa come l’inizio del prossimo capitolo della sua carriera.

“Prima di tutto devo ringraziare il Team Jumbo-Visma e tutto lo staff e i piloti con cui ho lavorato negli ultimi sei anni. Abbiamo ottenuto risultati sorprendenti insieme e sarò sempre grato per questo. Ora è il momento di iniziare un altro capitolo della mia vita e della mia carriera professionale, e credo fermamente che entrare a far parte del Team BikeExchange-Jayco ora sia il diritto di muovermi e l’ambiente per me per ricominciare a vincere. Da quando ho iniziato a parlare con Brent (Copeland) e lo staff tecnico, ho sentito che questo era il posto giusto ed è un’opportunità incredibile, non vedo l’ora di lottare per risultati importanti con la squadra”.