Cavagna e Vansevenant feriti in un incidente al ritiro di QuickStep

Rémi Cavagna ha riportato una frattura alla vertebra L1 nella parte bassa della schiena dopo essere rimasto coinvolto in un incidente al campo di addestramento di Abbigliamento Ciclismo QuickStep in Spagna.

Il francese ha colpito il ponte insieme al compagno di squadra Mauri Vansevenant nell’incidente di due giorni fa, con il giovane belga che ha riportato una frattura al pollice.

Cavagna è stato portato all’ospedale di Valencia, dove lunedì sarà operato, mentre Vansevenant è tornato in Belgio per sottoporsi a «un ulteriore trattamento conservativo», ha detto venerdì la squadra. Gli esami effettuati su Cavagna non hanno mostrato segni di danno neurologico.

Il team non ha confermato per quanto tempo la coppia sarebbe rimasta senza moto, anche se è probabile che si tratti di settimane piuttosto che di un periodo di tempo più lungo per Cavagna.

Nel 2018, Mikel Landa, mentre era al Abbigliamento Ciclismo Movistar, ha trascorso tre settimane fuori dai giochi dopo aver subito una frattura simile al Clásica San Sebástian, anche se non si è sottoposto a un intervento chirurgico.

Cavagna aveva vissuto senza dubbio la sua stagione di maggior successo fino ad oggi nel 2021, conquistando vittorie nelle cronometro al Tour de Romandie e al Tour de Pologne, oltre a vincere il titolo nazionale francese di corsa su strada e conquistando secondi posti nelle prove a cronometro alla Parigi-Nizza, il Volta a Catalunya e il Giro d’Italia per un totale di soli 17 secondi.

Il 22enne Vansevenant, nel frattempo, ha impressionato durante la sua stagione da neoprofessionista con la squadra, vincendo il GP Industria e Artigianato a marzo, conquistando i primi 10 al Tour de la Provence e alla Settimana Coppi e Bartali, e finendo secondo su una tappa del suo debutto nel Grand Tour alla Vuelta a España.

QuickStep, che la prossima stagione sarà conosciuto come QuickStep-AlphaVinyl, è attualmente al ritiro di fine anno a Calpe, sulla costa mediterranea nel sud-est della Spagna.

La squadra inizierà la stagione 2022 alla Vuelta a San Juan a fine gennaio con Remco Evenepoel come leader nella gara che ha vinto nel 2020.

López fa esplodere Mas per l’uscita controversa dalla Movistar

Il colombiano Miguel Angel López è rientrato nella controversia che lo ha visto abbandonare sia la Vuelta a España 2021 che il Team Movistar, criticando apertamente il suo ex compagno di squadra, Enric Mas.

Mas e López erano co-leader per Movistar alla Vuelta a España. E con López che ha vinto la tappa di montagna più dura della corsa nelle Asturie e Mas chiaramente stabilito come il rivale più persistente del vincitore assoluto Primož Roglič (Abbigliamento Ciclismo Jumbo-Visma), i due sembravano destinati a finire secondo e terzo assoluto.

Tuttavia, l’ultimo sabato della gara, López ha bruscamente abbandonato dopo essere rimasto indietro a metà della tappa. Non ha riguadagnato il contatto con un gruppo di favoriti in testa che conteneva anche Mas.

Dopo la sua uscita estremamente controversa, López si è prima scusato per le sue azioni con i suoi fan e la sua squadra, e poi lui e Movistar hanno deciso di rescindere il suo contratto recentemente esteso in modo da poter lasciare la squadra il 1 ottobre.

Tuttavia, due mesi dopo, l’ex podio della Vuelta e del Giro d’Italia ha mosso alcune forti critiche al suo ex compagno di squadra Enric Mas per quanto riguarda la leadership nella squadra.

«L’atmosfera in Movistar era sempre molto tesa», ha detto López alla stazione televisiva colombiana RCN nel loro programma «Chupando Rueda». «Ogni volta che ero in vantaggio, Enric cercava sempre un modo per muoversi davanti a me, [quindi] i nostri ruoli non erano chiari.

«Ho lavorato nel Delfinato per [il co-leader Movistar Alejandro] Valverde, ma poi nei Grandi Giri i nostri ruoli non erano chiari».

López ha detto che quando è rimasto indietro a metà della tappa 20 in seguito agli attacchi di Adam Yates ed Egan Bernal (Abbigliamento Ciclismo Ineos Grenadiers), con Mas e Roglič al seguito, piuttosto che essere caduto ha rinunciato alla sua ricerca dei corridori davanti.

“Ho smesso di lavorare perché Mas me l’ha chiesto. Quando stavo perdendo circa 40-50 secondi, [il team manager] Eusebio Unzué” – che quel giorno era nell’auto della squadra subito dopo Lopez – “mi ha detto che era una situazione davvero dura, ma di smettere di lavorare perché non avrei raggiunto i ragazzi avanti. Questo mi ha fatto incazzare molto e così sono sceso dalla mia moto”.

López ha affermato che dopo la tappa 20 ha avuto un’altra discussione con Mas, sostenendo che il pilota spagnolo ha chiesto di nuovo a López il motivo per cui aveva inseguito dietro quando lui, Mas, era in salvo e davanti.

«Enric è una persona egoista, non voglio più condividere le gare con lui», ha detto López a RCN.

Tuttavia, al momento del suo abbandono, López ha descritto la sua uscita dalla Vuelta come un «errore», aggiungendo «le critiche [che sto ricevendo] sono per non andare avanti [nella gara] ma siamo esseri umani».

Anche sua moglie, Nathalia Acevedo, ha aggiunto su Instagram all’epoca: «è facile parlare quando non si sa quale fosse la situazione».

Lorena Wiebes occhi maglia verde al Tour de France Women

Il ciclismo è a sette mesi dalla rinascita del Tour de France Femmes e Lorena Wiebes (Abbigliamento Ciclismo DSM) ha già messo gli occhi sull’ambita maglia verde.

Una sensazionale sprint, con un futuro pieno di possibilità, Wiebes ha parlato a Cyclingnews del suo rinnovato team di punta, degli obiettivi per le gare più importanti della prossima stagione e del suo ruolo futuro nella squadra nazionale olandese dominante.

“È stato bello rivedere tutti e abbiamo un’atmosfera davvero buona all’interno della squadra e siamo motivati ​​per il prossimo anno. Quest’anno abbiamo avuto una buona stagione e un buon vantaggio, piloti per la classifica generale e una buona squadra a tutto tondo. Penso che abbiamo fatto davvero un buon lavoro in questa stagione e possiamo continuare così nel prossimo anno con i nostri nuovi piloti. Possono anche svilupparsi e ricevere supporto dal team. Sono tutti talentuosi e non vedo l’ora di lavorare con loro. Voglio anche svilupparmi di più come parte di tutta la squadra», ha detto Wiebes dal lancio del Team DSM giovedì nei Paesi Bassi.

La squadra ha visto la partenza di due interpreti di spicco come Coryn Labecki (nata Rivera) e Susanne Andersen, insieme a Julia Soek e Wilma Olausson. Labecki e Andersen facevano parte della squadra di sprint e puncheur del Team DSM, ma Wiebes ha indicato che l’arrivo di Charlotte Kool e il ritorno di Pfeiffer Georgi hanno significato che la squadra sarà più forte che mai, in particolare negli sprint.

“Sono felice che Pfeiffer [Georgi] sia ancora nella nostra squadra l’anno prossimo perché è stata davvero importante quest’anno in testa. Susanne [Andersen] se n’è andata, ma abbiamo Charlotte [Kool] che ha anche talento negli sprint e una velocissima velocissima. Penso che possiamo lavorare davvero bene insieme per rendere il nostro vantaggio ancora migliore rispetto allo scorso anno. Penso che abbiamo una buona squadra sprint con piloti forti per portarmi in una buona posizione”.

Alla domanda su quali siano i suoi obiettivi principali per la stagione, Wiebes ha detto che il suo calendario non è stato ancora confermato, ma che si concentrerà sul Tour de France Femmes che si terrà dal 24 al 31 luglio. L’ASO ha annunciato che il percorso inizierà sugli Champs-Élysées a Parigi in concomitanza con la tappa finale 21 del Tour de France maschile e si concluderà in cima alla La Planche des Belles Filles.

«Per ora non conosco ancora le mie gare, ma ci sarà una nuova gara al Tour de France e sarebbe bello essere lì in Francia alla partenza degli Champs-Élysées», ha detto Wiebes.

«Sarà un momento davvero speciale per il ciclismo femminile. Sarebbe bello vincere la maglia verde. Dobbiamo scoprire cosa funzionerà. Avremo anche delle piloti per la classifica generale. Penso che dobbiamo vedere perché è ancora lunga tempo prima della gara, ma [la maglia verde] sarebbe davvero un bel traguardo».

Dylan Groenewegen lascia Jumbo-Visma per il Team BikeExchange

Dylan Groenewegen si è trasferito da Abbigliamento Ciclismo Jumbo-Visma al Abbigliamento Ciclismo BikeExchange per la stagione 2022.

L’olandese aveva già un contratto di due anni con Jumbo-Visma ma parte per il team australiano WorldTour per aumentare le sue possibilità di correre nelle gare più importanti, come il Tour de France.

La notizia del suo trasferimento da Jumbo-Visma è stata annunciata sabato mattina.

«Il desiderio di Dylan di partecipare alle gare più importanti è molto comprensibile», ha affermato il capo della Jumbo-Visma Richard Plugge.

«Abbiamo sempre avuto un ottimo rapporto. Per questo abbiamo deciso di collaborare con il suo desiderio di trasferimento. D’altra parte è un peccato perché Dylan è un grande pilota e un grande uomo. Spero vivamente che abbia successo di nuovo sul podio più alto”.

Groenewegen ha trascorso gli ultimi sei anni con Jumbo-Visma e ha vinto quattro tappe del Tour de France tra il 2017 e il 2019. Tuttavia, il suo ruolo nel Grand Tour è stato limitato negli ultimi due anni con l’emergere di Primoz Roglic e Wout van Aert. Quest’anno Groenewegen ha corso il Giro d’Italia e nonostante non abbia vinto una tappa è ancora considerato uno dei velocisti più veloci al mondo.

«Il Team Jumbo-Visma è forse la migliore squadra al mondo in questo momento. L’unico motivo per cui me ne vado è la prospettiva sportiva», afferma il pilota 28enne.

«Potrei perdere gli olandesi intorno a me e la mentalità olandese, ma questa opportunità era troppo buona per lasciarsela sfuggire. Sono contento che ne siamo usciti rapidamente con entrambe le squadre. Lo abbiamo fatto in modo positivo e amichevole», ha detto Groenewegen.

Il Team BikeExchange ha avuto un anno povero per i loro standard nel 2021. Michael Matthews, che è tornato dalla squadra dal Team Sunweb, è andato vicino più volte ma non è riuscito a vincere una gara, mentre Kaden Groves si sta ancora sviluppando come velocista. L’arrivo di Groenewegen al team australiano migliora seriamente le loro capacità di sprint.

In sostanza, l’accordo funziona per tutte le parti interessate e dà a Groenewegen un cambiamento di ambiente dopo un periodo difficile derivante dalla squalifica ricevuta dopo aver innescato una caduta al Tour de Pologne che ha lasciato Fabio Jakobsen con ferite mortali nel 2020 .

Groenewegen ha iniziato la sua stagione 2021 solo a maggio e ha ottenuto tre vittorie in un anno in cui ha corso per lo più a un livello inferiore al WorldTour.

L’arrivo di Groenewegen al Team BikeExchange è un grande colpo per il team australiano. Fornirà loro uno dei migliori velocisti del WorldTour e toglierà la pressione a Matthews e Groves nel corso della prossima stagione.

Groenewegen in genere non si basa nemmeno su un enorme treno di punta e si adatterebbe sia al Grand Tour della squadra che ai piani di un giorno.

«Non ci sono state esitazioni quando si è presentata questa opportunità, avere Dylan che si è unito al Team BikeExchange-Jayco è qualcosa che porta grande entusiasmo alla squadra, un pilota davvero di classe che completa il nostro elenco 2022 in modo perfetto. Vorrei ringraziare Richard Plugge e il Team Jumbo-Visma per aver reso il trasferimento un processo facile per tutte le parti. È stato un processo costruttivo per tutte le persone coinvolte», ha affermato il manager del Team BikeExchange Brent Copeland.

«Dylan non ha bisogno di molte presentazioni, tutti nel gruppo lo conoscono e il potenziale che ha come velocista, oltre che come un grande giocatore di squadra, e certamente crediamo che si adatterà perfettamente alla nostra squadra. Il nostro proprietario della squadra, Gerry Ryan, ha creato e sostenuto, sin dall’inizio della trattativa, la strada giusta da seguire per assicurare un pilota così grande per il futuro della nostra squadra.Il nostro staff di performance, insieme al nostro Head Sport Director Matthew White, è già al lavoro per garantire a Dylan il pieno supporto che merita per esibirsi al meglio delle sue capacità, nonché per adattarsi all’ambiente della squadra».

Annuncio pubblicitario
Groenewegen ha continuato descrivendo la mossa come l’inizio del prossimo capitolo della sua carriera.

“Prima di tutto devo ringraziare il Team Jumbo-Visma e tutto lo staff e i piloti con cui ho lavorato negli ultimi sei anni. Abbiamo ottenuto risultati sorprendenti insieme e sarò sempre grato per questo. Ora è il momento di iniziare un altro capitolo della mia vita e della mia carriera professionale, e credo fermamente che entrare a far parte del Team BikeExchange-Jayco ora sia il diritto di muovermi e l’ambiente per me per ricominciare a vincere. Da quando ho iniziato a parlare con Brent (Copeland) e lo staff tecnico, ho sentito che questo era il posto giusto ed è un’opportunità incredibile, non vedo l’ora di lottare per risultati importanti con la squadra”.

I corridori dell’Androni Giocattoli investiti da un’auto durante il ritiro spagnolo

Tre corridori della squadra Abbigliamento Ciclismo Androni Giocattoli sono rimasti feriti e scioccati dopo essere stati investiti da un’auto il primo giorno del loro ritiro di dicembre a Benidorm, in Spagna, venerdì.

Il ProTeam italiano, che nel 2022 sarà conosciuto come Drone Hopper Androni Giocattoli, ha rivelato che i corridori colombiani Brandon Rojas, Juan Diego Alba e lo spagnolo Martì Vigo sono stati coinvolti nell’incidente.

La squadra ha detto che il diciannovenne Rojas ha subito un taglio nella zona della gola e un colpo al ginocchio destro dopo che «è letteralmente rimbalzato sul parabrezza dell’auto».

La squadra ha detto che l’incidente è stato causato da un’auto che è tornata sulla strada mentre i corridori arrivavano in leggera discesa. Il team ha descritto la collisione come «violenta e inevitabile».

Rojas è stato portato in ospedale e un pomeriggio di esami ha escluso eventuali fratture. Tuttavia ha avuto bisogno di tre punti nella ferita al collo, ma non è stato trattenuto in ospedale durante la notte. Riposerà qualche giorno prima di riprendere gli allenamenti con la squadra.

Alba e Vigo hanno avuto la fortuna di subire solo lievi contusioni.

Un certo numero di squadre ha nuovamente scelto di organizzare ritiri di allenamento di dicembre sulla costa orientale della Spagna centrale a causa dell’eccellente clima invernale e delle strade tranquille.

Deceuninck-QuickStep sono nella vicina Calpe e Rémi Cavagna ha riportato una frattura alla vertebra L1 nella parte bassa della schiena dopo un incidente. Il francese ha colpito il ponte insieme al compagno di squadra Mauri Vansevenant, con il giovane belga che ha riportato una frattura al pollice.

Cavagna è stato portato all’ospedale di Valencia, dove sarà operato lunedì, mentre Vansevenant è tornato in Belgio per sottoporsi a «un ulteriore trattamento conservativo», ha detto venerdì la squadra.

Gli esami effettuati su Cavagna non hanno mostrato segni di danno neurologico.

El Astana continúa con la reforma fichando a Riabushenko, Velasco y Gazzoli

La renovación de la lista de Astana Qazaqstan continúa a buen ritmo con el anuncio de tres nuevas llegadas en 2022, ya que Alexandr Riabushenko se une al UAE Team Emirates y Simone Velasco llega de Gazprom-RusVelo, mientras que el equipo también ha contratado al talentoso neoprofesional italiano Michele Gazzoli. .

Abbigliamento Ciclismo Astana ha estado ocupado en el mercado de fichajes tras la restauración de Alexandre Vinokourov como director general y la confirmación de la salida del copatrocinador de 2021, Premier Tech.

Vila: Movistar está en proceso de cambio

Hubo un tiempo en el que el Abbigliamento Ciclismo Movistar era visto como una de las plantillas más tradicionales del WorldTour, pero ¿son esos días detrás de ‘The Blues’ para siempre?

Ciertamente, no se sorprenda si en 2022 parece que el único equipo WorldTour de España está pensando mucho más fuera de la caja con forma de carrera por etapas, que ha sido su zona de confort durante décadas, y mucho menos algunas temporadas.

Liv Racing ficha a Eva Buurman y Amber van der Hulst hasta 2023

Abbigliamento Ciclismo Liv Racing anunció que han firmado a Eva Buurman y Amber van der Hulst en contratos de dos años que los verán competir con el equipo hasta 2023. Buurman, de 27 años, se une al equipo después de haber pasado esta temporada con Tibco-Silicon Valley Bank mientras que Van der Hulst, de 22 años, se une al equipo del Parkhotel Valkenberg.

Buurman es una gran escaladora que comenzó su carrera en Parkhotel antes de mudarse a Trek-Drops. Luego pasó dos temporadas en Boels Dolmans (ahora conocido como SD Worx) antes de mudarse a Tibco-Silicon Valley Bank. No ha competido desde el Tour de Flandes en abril por estar exhausta y sobreentrenamiento.

2020-2021 Nueva Zelanda All Black Fern Concept Rugby Rugby camiseta rugby

camiseta rugby All Blacks, camiseta rugby All Blacks baratas

Esta camiseta de rugby Nueva Zelanda All Black Fern Concept Rugby Rugby 2020-2021 no es una camiseta usada por los jugadores, es una camiseta rugby All Blacks deportiva diseñada en base al concepto de los All Blacks.

camiseta rugby All Blacks, camiseta rugby All Blacks baratas

El estilo completamente negro con el helecho negro como tema de diseño es un entendimiento tácito.Esta camiseta agrandará el pequeño logo en la camiseta rugby All Blacks baratas, ocupando la mitad de la camiseta, todo negro. La diferencia entre lo positivo y lo negativo no es grande.

¿Muestra la camiseta local Dragons 2020/21 que han abandonado permanentemente el ámbar y el rojo?

Los dragones mostraron sus camisetas de local 2020/21, que es la segunda temporada consecutiva sin colores secundarios tradicionales en la región: rojo y ámbar, números en espiga negros degradados, incluido mucho gris.

Este es un movimiento interesante por muchas razones, la más importante de las cuales es que el rojo y el ámbar siempre se rinden homenaje a los dos clubes que se fusionaron para formar un dragón: Newport y Ebbw Vale. Ahora que el área está bajo el control total de WRU y está tratando de establecerse como un área real, en lugar de expandirse a Newport RFC como se ve a menudo en Gwent, ¿veremos esto nuevamente en las camisetas rugby de Dragons? ¿El viejo color del club?

camisetas rugby, camisetas rugby baratas

Esta nueva ropa para el hogar también vio el debut de los nuevos patrocinadores principales en la región, Doom Bar reemplazó a Monmouthshire Building Society en la parte delantera de la camiseta (en cierto sentido, la camiseta juvenil usará «Gracias NHS» en lugar de cerveza Marca.

camisetas rugby, camisetas rugby baratas

La camisetas rugby de visitante tiene la misma plantilla básica, pero además del negro, también tenemos un llamativo color turquesa, y hemos hecho algunas comparaciones de pasta de dientes.

Continúa la historia reciente de Dragons de camisetas atrevidas y seguramente hará que el equipo se destaque.